Home

Dal paese, seguendo la statale Marsicana, si raggiunge in auto il valico di Gioia Vecchio (m l400) e quindi, dopo 3 km, il Rifugio "Passo del Diavolo". Dal rifugio, abbandonata l'auto, si segue un sentiero sulla sinistra (sigla T1) poco al di sopra delle sorgenti del fiume Sangro, sino alla località "La Parruccia", dove la strada si biforca (l'itinerario sulla destra è quello per la "Cicerana"); si prosegue tenendosi sempre sulla sinistra, fino a raggiungere il vallone Lampazzo che costeggia un piccolo ruscello. La strada comincia a salire dolcernente sino ad uno stazzo di pastori; siamo ai piedi del Monte di Valle Caprara ed alle nostre spalle possiamo distinguere la vetta del Monte Turchio. Proseguendo ancora lungo il sentiero, si raggiunge in breve la sorgente Puzza a quota 1728 m. L'intero itinerario non è molto impegnativo e richiede circa due ore e mezzo di cammino; se non si è stanchi, si può salire fino al Monte Schienacavallo (m 1982), che offre uno stupendo panorama su tutta la catena dei monti del Parco.

Come arrivare
IL punto di partenza di questo itinerario, il Rifugio del Diavolo, è raggiungibile partendo da Gioia dei Marsi in macchina e percorrendo la Strada Statale in direzione Pescasseroli, si giungerà al rifugio, situato sull'omonimo Valico, dopo pochi Km.

Scheda sintetica
Dislivello - 328 mt
Tempo di salita - 2 ore e 30 minuti
Tempo di discesa - circa 2 ore
Itinerario segnato - ( non segnato ).