Home

Nuovo corso

(dal nostro inviato all’Aquila)

La manifestazione ha visto all’opera moltissimi operatori della protezione civile

Sabato, 14 ottobre 2017, nel parco del castello cinquecentesco dell’Aquila, nell’arco di tutta la giornata, si è tenuta la manifestazione “Io non rischio”, con lo scopo di fare conoscere al grande pubblico le attività da mettere in atto in occasione di terremoti, maremoti o alluvioni. Accanto alla Croce Rossa Italiana erano presenti tante sezioni della protezione civile, tra cui quella del Comune di Gioia dei Marsi. Un’area del parco è stata destinata ad ospitare i gazebo delle varie delegazioni. Il gazebo di Gioia dei Marsi ha esposto alcune foto relative a Gioia di prima, durante e dopo il terremoto del 1915, in gran parte fornite dall’Associazione di Promozione Sociale Nuovo Corso di Gioia, ed ha ospitato i visitatori, che chiedevano informazioni e insegnamenti su come comportarsi in caso di calamità naturali. Si è trattato di una manifestazione utile e da ripetere, rendendola più accattivante e pubblicizzandola in modo più efficace. (c.g.)

Collegamenti utili per capirne di più:

-          www.protezionecivile.gov.it

-          www.reluis.it

-          www.anpas.org

-          www.isprambiente.gov.it

-          www.ingv.it

-          www.ogs.trieste.it

-          https://www.facebook.com/pcgioiadeimarsi/?pnref=story

 

(nelle foto, il sottosegretario alla presidenza della Regione Abruzzo, Mazzocca, posa con i volontari della protezione civile del comune di Gioia; momenti della manifestazione “io non rischio”)

Nel pomeriggio dell’8 ottobre 2017, nella sala delle conferenze del Centro Culturale “Moretti” di Gioia dei Marsi, Maurizio D’Amico, erpetologo, ha tenuto una conferenza sulle vipere altri serpenti d’Abruzzo. L’incontro con l’erpetologo è stato organizzato dal Comitato Feste di Casali d’Aschi, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Gioia dei Marsi. Maurizio D’Amico, veterinario ed esperto di serpenti di ogni genere, ha illustrato da par suo le caratteristiche morfologiche di tantissimi rettili e si è soffermato sulla percentuale di rischio connesso all’incontro di parecchi serpenti della nostra provincia. In sala erano esposte alcune teche contenenti qualche serpente.

(nelle foto, Maurizio D’Amico, qualche serpente  e una teca)

Sabato 14 ottobre 2017, tutti all’Aquila

https://www.facebook.com/pcgioiadeimarsi/?pnref=story

Cesare Bocci, l’attore che tutti conosciamo perché l’abbiamo visto a fianco del famoso commissario Montalbano, Andrea De Marco, ex arbitro di calcio e opinionista televisivo, e Giovanbattista Venditti, atleta della Nazionale Italiana di rugby, affiancano il Gruppo Comunale dei volontari della Protezione Civile di Gioia dei Marsi nella manifestazione nazionale “Io non rischio”, che si tiene all’Aquila.

Sede della manifestazione è il Parco del castello cinquecentesco della città, il 14 ottobre 2017, per l’intera giornata. “Io non rischio” ha lo scopo di informare i cittadini sul modo migliore di affrontare le calamità naturali, dal terremoto al maremoto. Il Gruppo della Protezione Civile del Comune di Gioia partecipa alla manifestazione per mettere a disposizione la sua esperienza, maturata sul campo, in moltissime occasioni di calamità naturali, nella quali ha prestato la sua opera.

 

(nelle foto, attori e scena della manifestazione aquilana)

Mostra di prodotti e di macchine per l’agricoltura di ieri e di oggi, un convegno importante

Anche la stagione lirica dell’Arena, di Verona, iniziò per la caparbietà di pochi melomani

Domenica, 17 settembre, Gioia dei Marsi si è svegliata disturbata da Giove Pluvio, con cielo e pecorelle e acqua a catinelle. L'Abruzzo di pecorelle ne ha viste tante, ma quelle di domenica non erano di buon auspicio per la Prima Giornata dell'Agricoltura, organizzata dall’infaticabile Andrea Longo, presidente della Pro Loco di Gioia, in collaborazione con l’amministrazione civica, capitanata da Gianclemente Berardini, appena eletto per il terzo mandato.

Poi è arrivato il signor Sereno e la giornata ha preso la sua giusta piega. Piazza della Repubblica, di Gioia dei Marsi, per una giornata, sembrava un angolo della Fiera del Levante di Bari o della Fiera dell'Agricoltura di Verona: trattori di vario genere e di varia potenza che facevano bella mostra di sé e che facevano sognare i numerosi agricoltori presenti e che erano la gioia dei tantissimi bambini presenti, che si facevano fotografare ai comandi dei trattori, dai colori sgargianti. Accanto alle macchine ultramoderne, erano presenti anche trattori di "ieri", tra i quali un Landini a testa calda del 1930. Accanto ai trattori erano esposti prodotti della terra: ortaggi e anche vini.

Domenica, 17 settembre 2017,  a Gioia , è stata una festa dell'Agricoltura, con sottofondo di musica, diffusa dal Palazzo del Municipio. Nel pomeriggio ha avuto luogo, nel centro culturale del paese, un interessante convegno sull'eterno problema dell'irrigazione delle terre del Fucino. Claudio Aureli ha tenuto una relazione, Lorenzo Berardinetti, Presidente della Commissione Regionale all'Agricoltura, ha illustrato i numerosi provvedimenti che la Regione ha preso e che ha in programma di prendere a favore dell'agricoltura, in generale, e della Marsica in particolare. L'assessore Dino Pepe ha illustrato con dovizia di dettagli la politica agricola della Regione Abruzzo e ha fatto il punto della situazione sull'irrigazione delle terre del Fucino, al cui proposito  ha sollecitato la stesura un progetto sicuro e definitivo a fronte degli 11 in discussione perché..." le risorse ci sono". Il sindaco di Gioia, Gianclemente Berardini, ha portato il saluto dell'amministrazione civica e Serafina Sinibaldi ha coordinato i lavori.

La giornata si è chiusa, in allegria, con un piatto di mezze maniche al radicchio, preparate da Luca Fusè, socio della Pro Loco, e con un brindisi di vini della Cantina del Fucino, di Avezzano. Il Comune di Gioia e la Pro Loco hanno dato vita ad una manifestazione, che - ci si augura - possa essere la prima di tante altre. Anche la stagione lirica dell’Arena, di Verona, iniziò per   la tenace passione di pochi melomani, che salvarono il monumento da sicura distruzione. Gioia, ad maiora semper. (c.g.)

Le aziende agricole che hanno esposto i loro prodotti in Piazza della Repubblica:

-         Cooperativa Valfucino, San Benedetto dei Marsi (AQ): legumi, marmellate e tanto altro

-         Marsica Plastica s.r.l. Via Circumvallazione, Km.27,70, Venere di Pescina (AQ): cassette in plastica

-         Azienda Agricola Aureli Gino, Gioia dei Marsi: patate

-         Orto Gioia, Via Magoranese, Gioia dei Marsi: orticoltura

-         Cantina del Fucino, Avezzano (AQ)

-         Scarpone Società Agricola,Venere di Pescina (AQ): ortaggi

-         Lago d’Oro, Via Dell’Abbazia, S.Benedetto dei Marsi (AQ): Produzione  del finocchio

-         AGRAL, Via Circonfucense,151, Trasacco (AQ): azienda agricola

-         COLT.OR, Via Circonfucense, Km. 26,500, Ortucchio (AQ): azienda agricola

-         Agro Bio Abruzzo F.lli Alfonsi, Gioia dei Marsi .

-         Tra i produttori era presente Mario Longo, gioiese, per conto di  Unica Fruit srl , società che si occupa di commercializzazione di prodotti ortofrutticoli per la grande distribuzione

Le aziende che hanno esposto le loro macchine agricole in Piazza della Repubblica:

-         Sandro e Daniele Di Salvatore, Agri Fer, macchine agricole, Ortucchio (AQ)

-         Simoni Massimo, Avezzano (AQ)

-         Agri 2 , Celano (AQ)

-         Palmerone Gino, Celano (AQ)

-         GIERRE, Aielli (AQ).

In Piazza della Repubblica, faceva bella mostra di sé un Landini a testa calda del 1930, che è stato anche “acceso” per la gioia di tutti gli astanti di qualunque età.

(nelle foto, momenti della Prima Giornata dell’Agricoltura)

Esposizione di prodotti marsicani e di macchine agricole

Il 17 settembre 2017, a Gioia dei Marsi (AQ), si terrà la Prima Giornata dell'Agricoltura, organizzata dal Comune e dall'Associazione Pro Loco di Gioia.

In mattinata, dalle ore 9,00, in Piazza della Costituzione, si terrà una mostra di prodotti marsicani e di macchine agricole; dalle ore 17, al Centro Culturale "Moretti", avrà luogo un Convegno sull’agricoltura della Marsica, con la partecipazione, tra gli altri, di Dino Pepe e di Lorenzo Berardinetti, rispettivamente Assessore e Presidente della Commissione Agricoltura della Regione Abruzzo e del sindaco, Avvocato Gianclemente Berardini

Cultura, giochi, gare, tradizioni, gastronomia hanno caratterizzato il mese di Agosto 2017, a Gioia dei Marsi.

Molte le manifestazioni, che si sono tenute a Gioia, in questo agosto 2017.  Ha aperto, il 2 del mese,  l’Evento Fontana Vecchia,  organizzato dall’Associazione Culturale Voci di Gioia. Ospite lo scrittore, poeta e paesologo Franco Arminio. La serata è stata allietata dal coro Voci di Gioia e da un tenore, che ha cantato note composizioni, inframmezzate da letture edificanti. Franco Arminio ha letto alcune delle sue poesie e, in qualità di paesologo, ha insistito molto sul realizzando senso di comunità, esigenza molto sentita soprattutto nei piccoli paesi. A seguire, ha  improvvisato un coro con gli spettatori, intonando “Bella, ciao” e poi “Azzurro”.

La serata del 10 Agosto, dedicata alla memoria di Enrico Sinibaldi e a Maria Rosaria Aureli, organizzata dall’Associazione di Promozione Sociale Nuovo Corso, si è tenuta in Piazza della Repubblica ed è stata presentata da Carmine Granato.   Il libro fotografico “Gioia si Mostra”,  di Cesira Sinibaldi, è stato presentato al pubblico con note introduttive dell’autrice. A seguire, il concerto tenuto dal tenore Francesco Fortes, accompagnato dal pianista Carlo Feola, interpreti di romanze celebri e note canzoni del repertorio classico italiano e napoletano.

Il Centro Anziano “S. Vincenzo Martire, ha presentato, la sera del 16 agosto, in Piazza della Repubblica, “Talenti di Gioia”, una vivace  passerella di cantanti dilettanti gioiesi, senza limiti di età, all’insegna del divertimento e della bella musica.  Valentina Fazi e Valerio Panfili hanno presentato e animato brillantemente la serata.

La Pro Loco di Gioia ha organizzato varie manifestazioni: tra le altre, il torneo di calcetto e la riuscitissima  Sagra della sagna gioiese del 14 agosto.

Il ferragosto, sempre per iniziativa della Pro loco di Gioia, si è svolto a Gioia Vecchio, con una grandissima partecipazione dei cittadini: messa al mattino, poi ottimo cibo, musica, cori e allegria fino all’alba, nel panoramico piazzale dietro la Chiesa.

Il 18 Agosto, a Sperone si è tenuta la manifestazione del Quizzettone.

Gli Invincibili di Casali d’Aschi hanno organizzato, nella Piazza di Gioia, la Sagra del Cinghiale, nella serata del 19 Agosto, con tanto divertimento e musica dal vivo.

L’Avis di Gioia ha organizzato Emoteca in Piazza, il giorno 20 Agosto alle ore 10.00. A seguire, “passeggiata e pranzo” nel meraviglioso borgo di  Sperone Vecchio.

Per lo sport, l’Associazione LAGOS ha organizzato le tradizionali gare sportive, il 4 e 14 Agosto, che hanno visto la partecipazione di molti atleti provenienti da ogni regione d’Italia. (c.g. e c.s.)

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il calendario degli eventi, che si terranno a Gioia dei Marsi, nell’estate 2017

“Marsica 1915 – L’Aquila 2009, un secolo di ricostruzioni”, curato da Fabrizio Galadini, dirigente dell’INGV, e Claudio Varagnoli, docente di Restauro Architettonico dell’Università di Chieti Pescara, non è un libro che si possa leggere sotto l’ombrellone perché è costituito da una raccolta di documentati studi, scritti da esperti di varie discipline ed esposti nel convegno di Pescina..

La premessa, scritta da Maurizio Di Nicola, già sindaco di Pescina e, oggi, Consigliere della Regione Abruzzo, spiega le motivazioni profonde che portarono ad organizzare una memorabile giornata di studi geologici, alla quale parteciparono circa duecento studiosi di prestigio. Il libro riunisce gli atti di quel convegno intitolato “Ricostruzioni: Marsica 1915, L’Aquila 2009”, organizzato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e dall’Università di Chieti – Pescara “G. d’Annunzio” con il Comune di Pescina, in provincia dell’Aquila, il 17 Gennaio 2015, ad un secolo di distanza dal terremoto, che, nel 1915, distrusse interi paesi della Marsica, che rimase segnata per sempre.

Alla recente giornata di presentazione del libro, nella sala consiliare del Comune,  è intervenuto l’attuale sindaco , Stefano Iulianella , che ha raccolto il testimone di primo cittadino di Pescina da Maurizio Di Nicola, elogiando l’iniziativa del suo predecessore, presente e attento, e illustrando le linee amministrative del Comune, che dirige, anche in merito alle iniziative tese a garantire la sicurezza a tutti, ed in particolare agli scolari e agli studenti. E’ intervenuto anche il Prefetto dell’Aquila, Giuseppe Linardi, che ha illustrato, con dovizia di particolari, l’azione svolta all’Aquila da parte del governo nazionale, di cui è rappresentante in loco. Mario Tozzi, il  geologo noto anche per le sue apparizioni televisive, ha parlato in maniera brillantemente divulgativa delle problematiche legate ai terremoti e al modo di ridurne sensibilmente i danni.

La presentazione del volume è di Fabrizio Galadini, che ha coordinato  l’incontro, nella sala consiliare, e di Claudio Varagnoli. Tra l’altro essi scrivono:” La paura del terremoto e il contributo che questa può dare all’azione del cittadino a favore della sicurezza sismica sembrano decadere rapidamente nel tempo con la diminuzione dell’attenzione per il potenziale distruttivo di un evento che viene avvertito come raro. Al contrario, le tante esperienze maturate dimostrano che gli effetti delle ricostruzioni, assai raramente da considerarsi positivi, sono persistenti. Pertanto, come si ribadirà più avanti, proprio le ricostruzioni, anche più dei terremoti in sé, dovrebbero portare i cittadini a riflettere sulla necessità della prevenzione”. Gli altri testi sono di: Claudio varagnoli, Andrea Tertulliani, Sergio Castenetto, Nicola Tullo, Fabrizio Terenzio Gizzi, Maria Rosaria Potenza, Cinzia Zotta, Clara Cipriani, Alberto Clementi, Raffaele Colapietra, Antonio Maria Socciarelli, Maurizio D’Antonio, Alessandra Vittorini, Clara Verazzo, Lucia Serafini, Aldo Pezzi, Paolo Emilio Bellisario, Rosanna Tuteri, Emanuela Ceccaroni, Fabio Redi, Francesco Porcelli, Riccardo Trezzi, Ada di Nucci, Natascia Ridolfi.

I saggi spaziano dalla geologia all’archeologia, passando per i restauro e tante altre discipline.

Si tratta di un volume di assoluto interesse per tutti i cittadini, gli amministratori degli enti locali territoriali, i governanti ed i parlamentari, la Protezione Civile, i Vigili del Fuoco, i Carabinieri Forestali, le scuole e tutte le biblioteche perché rappresenta una guida sicura per capire come impostare – a tutti i livelli – una seria opera di diffusione della cultura della gestione di eventi, che potrebbero non essere catastrofici e tragici solo se tutti lo volessimo. (c.g.)

 

Marsica 1915

L’Aquila 2009

Un secolo di Ricostruzioni

a cura di  Fabrizio Galadini e Claudio Varagnoli, Gangemi Editore, Roma 

I maturandi del Liceo Scientifico Statale "F. Masci" di Chieti, prima dell'esame di Stato, nel 2016, hanno effettuato una istruttiva escursione a Gioia, alla faglia del Monte Serrone. Gli studenti accompagnati dal Prof. Enrico Miccadei, responsabile scientifico dell'Osservatorio Geologico Regionale di Gioia dei Marsi (AQ) e dal suo assistente, Dr. Tommaso Piacentini, si sono fermati in paese per un paio di giorni. La faglia di Monte Serrone, visitata con molta attenzione e partecipazione dagli studenti, è la traccia tangibile del devastante terremoto del 13 gennaio 1915, che distrusse tutto il paese di Gioia dei Marsi, che, all'epoca, contava quasi 5 mila abitanti. Le escursioni sono organizzate dall'Associazione Monte Serrone, presieduta da Luigi Aratari, ingegnere gioiese. E’auspicabile che soprattutto  le scuole programmino una visita alla faglia del Monte Serrone, vera aula di geologia, a cielo aperto, utile ad un’osservazione sul campo, come completamento e come verifica di ciò che si studia in classe.

L’Osservatorio Geologico Regionale di Gioia dei Marsi è stato fortemente voluto e realizzato dall’amministrazione comunale di Gioia, capitanata dall’avvocato Gianclemente  Berardini.

(Nella foto, pergamena in ricordo della prima escursione geologica alle faglie del pleistocene. Gioia dei Marsi, primavera del 2016)