Home

Nuovo corso

Sarà eletto il nuovo direttivo

Annullata per lutto quella del 22 gennaio, il  29 gennaio 2017,alle ore 17,00, in prima convocazione e alle ore 18,00, in seconda convocazione,nella sala delle riunioni del Centro Moretti, si riunirà l’assemblea dei soci della Pro Loco di Gioia dei Marsi, salvo imprevisti di forza maggiore. Presiederà la riunione la Dr. Maria Laura Bisegna, presidente uscente per scadenza naturale del mandato,coadiuvata da Rosaria Gianì, segretaria. All’ordine del giorno: elezione del nuovo direttivo; varie ed eventuali. (c.g.)

Su iniziativa dell’amministrazione civica di Gioia e del coordinamento tra le associazioni gioiesi, a  102 anni di distanza, nel giorno del terremoto del 13 gennaio 1915, alle 17.00, nella parrocchia di Gioia dei Marsi, Padre Eusebius ha celebrato  una messa in suffragio delle anime delle quasi 3000 persone, vittime del terremoto che devastò tutta Gioia. Per l’amministrazione comunale sono intervenuti Gianclemente Berardini, sindaco, Emiliana Longo, vicesindaco, Cesidio Bassi, assessore, Antonio De Ioris, consigliere. Al termine del rito, insieme con gli amministratori comunali, un nutrito gruppo di persone si è recato  alla stele, eretta davanti al cimitero nell’anno del centenario del terremoto, per deporre una corona di fiori e per  recitare una preghiera, in tutta semplicità. 

Si elegge il nuovo direttivo

Il  22 gennaio 2017,alle ore 17,00, in prima convocazione e alle ore 18,00, in seconda convocazione,nella sala delle riunioni del Centro Moretti, si riunirà l’assemblea dei soci della Pro Loco di Gioia dei Marsi, salvo imprevisti di forza maggiore. Presiederà la riunione la Dr. Maria Laura Bisegna, presidente uscente per scadenza naturale del mandato,coadiuvata da Rosaria Gianì, segretaria. All’ordine del giorno: elezione del nuovo direttivo; varie ed eventuali. (c.g)

A breve, sarà convocata l’assemblea dei soci per eleggere un nuovo direttivo

Il  29 dicembre 2016,alle ore 21,00, nella sala delle riunioni del Centro Moretti, si è riunita l’assemblea dei soci della Pro Loco di Gioia dei Marsi. Ha presieduto la riunione la Dr. Maria Laura Bisegna, presidente uscente per scadenza naturale del mandato del direttivo, ha verbalizzato Rosaria Gianì, segretaria. Non appena possibile, sarà convocata un’assemblea dei soci per gli adempimenti statutari previsti. Durante la discussione, la presidente ha illustrato le varie voci del bilancio ed ha risposto ai quesiti posti dai soci presenti. Il Bilancio è stato messo ai voti ed è stato approvato all’unanimità. Le manifestazioni rendicontate sono dieci: Vigilia di Natale, Carnevale, Infiorata, Birrando si impara, Gonfiabili in Piazza, Festa della birra artigianale, Calcetto in piazza, Notte di Natale 2016, Sagra della sagna gioiese, Pizza in Piazza. Il totale delle spese ammonta a Euro 9.939,90 a fronte di un ricavo di Euro 10.939,64 . Il direttivo uscente presenta un saldo attivo di 999,74 euro. (c.g.)

  Gruppo Alpini Gioia dei Marsi

Chi ha acquistato anche un solo biglietto della lotteria di Natale, organizzata dal Gruppo Alpini di Gioia dei Marsi, controlli attentamente i numeri, che di seguito riportiamo, per controllare se ha vinto una cena per quattro persone, un trapano elettrico, 10 biglietti del cinema oppure uno dei meravigliosi premi messi in palio nella lotteria di Natale 2016

 

 

ESTRAZIONE 26 DICEMBRE 2016

2778 – 0983 - 0263 – 1008 – 1564 – 1571 – 1234 – 1930 – 0646 – 0881 – 0895 – 0324 – 2198 – 0478 – 1095 – 0370 – 2252 -1762 – 2577 – 2700 – 0037-  0652- 0079 – 0431 – 2131 – 2010 – 0511 – 0209 – 1529 – 0728- 0103 – 0546 -1213 – 0947 – 0274 – 2166 – 1832 – 1729 – 2323 – 0283 – 2281 – 0034 – 1420 – 1197-

 

Per ritiro premi tel.  3206759624 entro il 24 Febbraio 2017
 

Nella serata del 23 dicembre, alle ore 21,00, nella chiesa parrocchiale di Gioia dei Marsi, si terrà il Concerto di Natale, con ingresso gratuito. Si esibirà la Corale Decima Sinfonia, di Pescasseroli, diretta dalla Prof. Anna Tranquilla Neri

Il restauro è costato intorno ai 100 mila euro. Presto sarà resa nota la contabilità

Sabato e domenica, 26 e 27 novembre 2016, nel nostro paese, si è riaperta la chiesa di Gioia Vecchio, costruita nel 1749 e dedicata a S.Vincenzo martire, distrutta nella quasi totalità dal terremoto del 1915, ricostruita leggermente spostata e accorciata su progetto dell'Ing. Vincenzo Falcone, a iniziare dal 1955 per essere finita dopo parecchi anni di lavoro. Per qualche mese, la chiesa è stata chiusa per il tempo che è servito per realizzare un profondo restauro conservativo, presentato domenica, nella chiesa stessa, dall'Ing. Tommaso Fazi, che ha condotto i lavori e che devolverà il suo onorario a favore della chiesa di Gioia, detratte le imposte. Anche l’impianto elettrico è stato sistemato. Resta da arredare la chiesa e da sistemare meglio le campane. La speranza espressa anche da Padre Eusebius è che la restaurata chiesa abbia le attenzioni di una manutenzione ordinaria e che non resti chiusa.

Sabato mattina, il Vescovo di Avezzano, Mons. Pietro Santoro, accompagnato dal diacono Valentino Nardone, ha celebrato una messa insieme con padre Lizziero, di Ortucchio, Vicario Foraneo, don Gabriele Guerra, già parroco di Gioia, don Vincenzo Piccioni, parroco in Via Nuova, di Avezzano, don Giuseppe Liu, parroco in Lecce nei Marsi, padre Eusebius, attuale parroco di Gioia e Casali d’Aschi.

 Domenica, in mattinata, don Emidio Cerasani, neo sacerdote di San Benedetto, ha celebrato messa, assistito da Padre Eusebius. Per il Comune di Gioia erano presenti il Sindaco, Gianclemente Berardini, la vicesindaco Emiliana Longo, l’assessore Cesidio Bassi e il consigliere comunale Antonio De Ioris.

 Subito dopo, il comitato ha rifocillato gli intervenuti. Dalle ore 18,30 e per un'ora, nella chiesa parrocchiale di Gioia, il Coro Polifonico "Stella Maris di Magomadas,in provincia di Oristano, ha tenuto un concerto in lingua sarda, cantando, tra l’altro, una Ninna Nanna, canti natalizi e brani spiritual. Il presentatore del coro ha fatto sapere che il coro si è recato a Gioia Vecchio e, in chiesa, ha cantato un Miserere per i morti al tragico terremoto del 1915, che rase al suolo Gioia e la chiesa di San Vincenzo. Lo stesso presentatore, nel corso del concerto, ha più volte evocato il terremoto e le vittime da esso provocate.

Il Comitato,costituitosi per il restauro della chiesa di Gioia Vecchio, è formato dai signori: Padre Eusebius, don Gabriele Guerra, Anna Antonelli,Nicola Antonelli, Emilio Aureli , Gino Aureli, Mauro Deleuterio, Adelmo Graziani, Franco Salvati.

Alla spesa per il restauro hanno contribuito: Conferenza Episcopale Italiana, Curia Vescovile dei Marsi, con sede in Avezzano, Comune di Gioia, Fondazione Cassa di Risparmio dell’Aquila, Cittadinanza e Associazioni gioiesi, Imprenditori gioiesi. La contabilità delle spese sostenute sarà resa pubblica non appena possibile.

Il Coro Polifonico “Stella Maris” di Magomadas, diretto dal maestro Gio Maria Tedde, nasce nel 1991 da un coro parrocchiale femminile, guidato dal presidente Luciano Sechi. Dal 1992, il coro si dedica allo studio del genere musicale “negro spiritual”, con risultati eccellenti. Attualmente è un coro misto composto da 8 maschi e 8 femmine, ha partecipato, con lusingheri successi,  a parecchie Rassegne di canto e folklore e si è esibito in moltissime città europee.

 

 

A bordo campo

Questo fine settimana appena passato ha regalato ai gioiesi, che sono saliti al vecchio borgo di Gioia Vecchio, uno spettacolo di magìa pura. I gialli dorati, i verdi cupi, le varie tonalità dei rossi autunnali del nostro pre-parco e poi del parco ci hanno accompagnato per tutti i tornanti della salita in uno scenario noto che pure ci stupisce ogni volta. Queste due mattine, però, la vera poesia l’ha scritta la nebbia: ha cancellato alberi e tetti, si è espansa, soffice, su tutta la conca, ha ridisegnato paesi e orizzonti…. infine, in un’atmosfera surreale, ha restituito alla nostra fantasia di marsicani nostalgici, il nostro lago. Per alcune ore il Fucino ci ha evocato acque, pescatori e reti, querce e faggi sono diventati ulivi e viti … e noi, immersi in questo sogno, ci siamo ritrovati bambini in grado di fantasticare, di far rivivere, di immaginare ancora atmosfere… di sentirci, con l’innocenza dei nostri padri, una vera comunità intorno a una Chiesa, a una Storia, a una Identità.

I quand s rammore la jernata/ i l stell s’appiccian una ad una/ m’appar tutta quanta ‘nargentata/ mentr recal i t bascia la luna...”. (ciesse)

 

 

Lezione di Geologia nell’aula a cielo aperto
 
Proficua collaborazione tra Comune e Università D’Annunzio

Il dantesco verso  “Poca favilla gran fiamma seconda” ha trovato un’ulteriore conferma a Gioia: da un intervento dell’Associazione Nuovo Corso durante un convegno di geologia patrocinato dal Comune, nel 2014, e tenutosi nel locale Hotel Filippone, è nato l’Osservatorio Regionale di Geologia di Gioia dei Marsi, caparbiamente voluto dal suo sindaco, Gianclemente Berardini e dalla sua Giunta. Il convegno del 2014 segnò l’inizio  delle manifestazione e degli eventi che hanno ricordato le vittime del terremoto del 13 gennaio 1915, che rase al suolo l’intero paese di Gioia. Di tutto ciò tratteremo in un secondo tempo. L’Osservatorio ha mosso i primi passi nel 2015 grazie all’impegno scientifico e organizzativo di Enrico Miccadei e di Tommaso Piacentini, docenti dell’Università D’Annunzio di Chieti Pescara. Successivamente è stata costituita l’Associazione Monte Serrone, presieduta da Luigi Aratari, ingegnere gioiese. Comune, università e associazione, in sinergia, hanno in programma di fare conoscere e studiare la faglia evidenziata dal terremoto del 1913, che è un’autentica aula a cielo aperto. I professori Miccadei e Piacentini usano la faglia come una vera aula e vi conducono studiosi e studenti. L’ultima lezione, in ordine di tempo e non certo di importanza, è stata tenuta pochi giorni fa in  un “campo” del corso di Rilevamento Geomorfologico e Cartografia del Corso di Laurea in Scienze e tecnologie geologiche, che ha visto la partecipazione di una quarantina di studenti.

La presenza al convegno valeva tre crediti formativi

Organizzato dall’Ordine degli Avvocati  di Avezzano e dal Comune di Gioia dei Marsi, il 3 novembre , nel Centro Culturale “Moretti” di Gioia si è tenuto un affollato  convegno intitolato “La riforma della Giustizia e la riforma Costituzionale”.

I lavori sono stati introdotti e conclusi da Gianclemente Berardini, sindaco di Gioia e avvocato del foro di Avezzano. In rappresentanza della civica amministrazione erano presenti Emiliana Longo , vicesindaco e avvocato, l’assessore Cesidio Bassi e il consigliere Antonio De Ioris. I relatori, Avvocato Franco Colucci, presidente dell’ordine degli avvocati di Avezzano, Dr. Eugenio Forgillo, presidente del Tribunale di Avezzano, Dr. Andrea Padalino Morichini, procuratore capo della repubblica di Avezzano, hanno trattato con puntualità vari aspetti dell’attuale sistema giustizia mettendone in evidenza luci e ombre con precisi riferimenti alla dottrina e all’organizzazione concreta della macchina della giustizia italiana.

E’ intervenuto il Dr. Michele Fina, collaboratore del ministro della giustizia, Andrea Orlando, illustrando i passi compiuti dall’attuale governo verso la meta di una giustizia veramente giusta e dicendosi sicuro che la conferma della riforma costituzionale tramite il referendum del 4 dicembre potrebbe dare una forte accelerata anche alla riforma della giustizia, che l’attuale senato rallenta. Il Dr. Gennaro Migliore, sottosegretario alla Giustizia, che aveva voluto essere informato sull’elenco dei morti al tragico terremoto del 13 gennaio 1915 esposto nel centro “Moretti”, ha risposto puntualmente ai dubbi e ai quesiti dei relatori, rivendicando l’azione positiva dell’attuale esecutivo in tema di giustizia.

Ha concluso i lavori l’avvocato Gianclemente Berardini auspicando un ripensamento da parte del governo sulla chiusura del tribunale di Avezzano, che pare sia stata rinviata al 2020, salvo imprevisti.

Gare in Avezzano e in Lecce nei Marsi

L’Atletica LAGOS dei Marsi chiude il mese di Settembre con due manifestazioni:

Sabato 24 sarà impegnata a collaborare con gli amici della società USA Runners, di Avezzano (da quasi 50 anni presenti nel mondo dell’atletica giovanile), con la Tuttinpista, manifestazione che è alla 4a edizione. La gara conclude, in pista, la quaterna delle corse non competitive per ragazzi, dopo le prove su strada: Mini Stramanaforno a Gioia, del 25 giugno, Corsa di Gesù Salvatore a Casali d’Aschi, dell’11 Agosto , e Corsa dei Leprotti a Lecce nei Marsi , del  14 Agosto.

Nell’ambito della manifestazione, verranno premiati anche i vincitori del circuito, che avranno partecipato a tutte e quattro le prove.

Il giorno successivo,domenica 25 Settembre , sarà la volta della 12a edizione della Stracittadina Leccese - Memorial P. Perrotta, prova del Gran Prix Marsica, riservata agli adulti e che si svolgerà a Lecce nei Marsi; la gara avrà scopi benefici, come lo scorso anno. Nel 2015 l’incasso finale venne devoluto alla Parrocchia per aiutare le famiglie più bisognose.