Anagrafe

  • Servizio attivo

Questo documento attesta la nascita di una persona. Viene compilata e firmata dal medico che ha assistito al parto o dai genitori.


A chi è rivolto

In caso di genitori uniti in matrimonio: uno dei due genitori o entrambi, un procuratore speciale nominato con scrittura privata non autenticata, il medico o altra persona che ha assistito al parto. In caso di genitori non uniti in matrimonio: padre e madre insieme, se entrambi vogliono riconoscere il figlio, la figlia, la sola madre (il padre non viene nominato), il solo padre se la madre non vuole essere nominata. Ogni donna ha il diritto di esprimere la propria volontà di non riconoscere il neonato ed ha diritto alla riservatezza sulla propria identità; in questo caso nessun atto dello Stato Civile riporterà le sue generalità.

Descrizione

La dichiarazione di nascita è un atto obbligatorio previsto per iscrivere il neonato o la neonata nel registro di stato civile e nell’anagrafe della popolazione residente.

Come fare

Decorsi i 10 giorni previsti dalla Legge per rendere la dichiarazione di nascita l’ufficiale dello stato civile può ricevere una dichiarazione tardiva indicando espressamente nell’atto le ragioni del ritardo e trasmettendo una segnalazione di dichiarazione tardiva al Procuratore della Repubblica.

Dove rendere la dichiarazione:

Presso la Direzione Sanitaria dell'ospedale o della casa di cura dove è avvenuto il parto;
Presso l’Ufficio di Stato Civile del Comune dove è avvenuto il parto;
Presso l’Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza dei genitori;
Presso l’Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza della madre, se il padre risiede in un altro Comune;
Presso l’Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza del padre, in accordo con la madre residente in altro Comune.

In ogni caso l'iscrizione anagrafica del neonato sarà nel Comune di residenza della madre.

Cosa serve

Attestazione di nascita rilasciata dal personale sanitario che ha assistito il parto ovvero constatazione di avvenuto parto, Documento di identità valido del genitore che fa la dichiarazione.

  • Attestazione di nascita rilasciata dal personale sanitario che ha assistito il parto ovvero constatazione di avvenuto parto
  • Documento di identità valido del genitore che fa la dichiarazione.

Cosa si ottiene

Dichiarazione di nascita

Tempi e scadenze

Entro 10 giorni dalla nascita all'ufficiale di stato civile del comune di nascita o di residenza dei genitori;
entro 3 giorni dalla nascita presso la Direzione Sanitaria dell'ospedale o della casa di cura in cui è avvenuta la nascita.

Decorsi i 10 giorni previsti dalla Legge per rendere la dichiarazione di nascita l’ufficiale dello stato civile può ricevere una dichiarazione tardiva indicando espressamente nell’atto le ragioni del ritardo e trasmettendo una segnalazione di dichiarazione tardiva al Procuratore della Repubblica.

Accedi al servizio

Oppure, puoi prenotare un appuntamento e presentarti presso gli uffici.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Ufficio Anagrafe e stato civile ufficio elettorale

Ufficio che verifica la verità delle posizioni comunicate dal cittadino e registra e certifica le qualità fondamentali di ogni persona (nascita, cittadinanza, stato di famiglia, morte) .

Argomenti:

Pagina aggiornata il 22/06/2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri